Poco da molti può fare tanto: Crowdforlife


Lanciata la raccolta fondi per rinnovare i materiali del programma scuole

Per noi di Aido è da sempre centrale l’attività nelle scuole, il luogo per eccellenza dove si formano le donne e gli uomini del domani. Dobbiamo approcciarci ai ragazzi in modo nuovo ed al passo con i tempi perché il nostro messaggio di solidarietà venga fatto proprio da chi sarà protagonista del futuro.
La solidarietà è un tema dalle molteplici sfumature ed espressioni: una di queste è la donazione degli organi a scopo di trapianto terapeutico. Ma costruire questa coscienza civile necessita del coinvolgimento di numerose componenti sociali, tra cui la scuola, culla dello sviluppo delle nuove generazioni.
E se a volte è difficile parlare della donazione d’organi, è iniziando dai ragazzi delle scuole che si può costruire lentamente, ma in modo durevole, la cultura a questo gesto.
Sappiamo che i giovani dimostrano un particolare interesse a questo argomento che coinvolge non solo aspetti medico-scientifici, quanto principi morali e regole sociali, sulle quali essi desiderano dibattere per trovare una propria convinzione.
Parlare e discutere con gli adolescenti ed i giovani di temi importanti quali solidarietà, donazione, altruismo, costituisce un elemento che qualifica l’istituzione scolastica e gratifica le sue componenti, inoltre significa comunicare non solo informazioni o nozionismo, ma vera formazione attraverso lo sviluppo del “senso civico” e di appartenenza di ogni cittadino ad una società viva e capace di esprimere il meglio di sé.

Compito dei giovani è quello di cambiare il mondo. Noi cerchiamo di sostenerli cominciando dalla scuola. È nella scuola che i giovani imparano anche a sentirsi parte di una comunità, unica e solidale.
Le nostre modalità di comunicazione devono essere aggiornate, dobbiamo coinvolgere i ragazzi, trasferire i concetti con le giuste sensibilità ed emotività, fare in modo che si confrontino tra di loro, favorire la partecipazione attiva al processo di apprendimento. È fondamentale rivedere i materiali fisici quali brochure e dispense di supporto che costituiscono documenti preziosi anche per una successiva discussione in famiglia.
È la prima volta che ci rivolgiamo al pubblico per sostenere una nostra iniziativa e lo facciamo perché è interesse di tutti avere cittadini completi, ricchi di nozioni e informazioni ma anche con una propria scala di valori forte di quelle sensibilità che anche noi di Aido abbiamo contribuito a stimolare.
Accedendo ad internet all’indirizzo https://www.ca-crowdforlife.it/project/come-me-come-te/ tutti potranno dare il loro contributo economico. Ti invitiamo a far conoscere questa possibilità di dono ai tuoi amici e conoscenti. Promuovi l’iniziativa sui social, inoltrala ai tuoi contatti condividendo la notizia di facebook, diventa anche tu promotore e protagonista di questo entusiasmante progetto.

Per donare
www.ca-crowdforlife.it/project/come-me-come-te/